mercoledì 23 luglio 2014

Fioritura da Prato a Roma

Madre e figlia in cucina, in città diverse, con gli auricolari ed il cellulare nella tasca del grembiule, cucinando entrambe fiori, si scambiano parole e ricette. 
Passioni condivise in cucine lontane.
FIORI DI ZUCCA FARCITI DI CARNE 
di Ivana

Ingredienti per 4 persone : 16 bei fiori di zucca, 400 g di carne anche mista ( tacchi
no o pollo, manzo, maiale), 1 piccola cipolla o scalogno, 2 uova, 40g parmigiano, mollica di pane, sale, pepe, pomodori maturi o passata di pomodoro, mortadella,100g di formaggio filante o parmigiano, olio, noce moscata.
La carne fresca può essere sostituita anche da avanzi di carne cotta.


Tritare finemente nel robot la carne, la cipolla, la mortadella, il parmigiano e la mollica unendo 1uovo, sale,pepe e noce moscata.
Lavare i fiori di zucca e riempirli con il composto di carne.
 Infarinare i fiori di zucca.

Sbattere un uovo in una scodella, salare. Immergere i fiori ripieni nell’uovo sbattuto.
Poi di nuovo nella farina. 
Friggere in olio extravergine.

Far sgocciolare i fiori fritti su carta assorbente (si possono friggere anche con molto anticipo).
Preparare in una teglia una salsa fatta con pochissimo olio e pomodoro (va bene anche la passata e l’olio può essere eliminato del tutto) salare, pepare far cuocere poco poi unire i fiori e scaldare.

Cospargere con il formaggio filante o con  il parmigiano.
 Coprire per far fondere il formaggio.

 Servire.


CROSTONI AI  FIORI DI ZUCCA 
di Melania

Ingredienti per 4 persone:5 fiori di zucca, 1 filoncino di pane, latte q.b, 5 filetti di  acciughe sotto sale o sott' olio, 1 mozzarella grande, sale,  pepe.

Affettare il pane, arrostirlo e  poi bagnarlo leggermente nel latte.
Tagliare a metà per il lungo ogni fiore di zucca.
Affettare la mozzarella.
Adagiare le fette di pane in una teglia antiaderente o su carta forno, su ogni crostino mettere una fetta di mozzarella, un filetto di acciuga, il mezzo fiore di zucca, salare e pepare, mettere sopra un'altra fetta di mozzarella, poi cuocere in forno ben caldo, anche ventilato, finché il fiore è appassito e la mozzarella fusa.

e" Fiori di zucca con  patate agli aromi "
evidenzia  il link e clicca sopra con il tasto destro poi clicca su" vai alla pagina" si aprirà il post con la ricetta oppure cerca nell'indice delle ricette
http://cucinarestorie.blogspot.it/2012/07/un-petalo-di-fiore.html

lunedì 21 luglio 2014

Zucchinare

Mio cognato mi accoglie nell'orto come se fosse il suo salotto, in effetti così lui lo tiene, niente erbacce e ogni tanto un fiore nato per caso o piantato per goderne. Oggi  zucchini e fiori di zucca  primeggiano, ma anche se li coltiva con successo, non ama mangiarli, quindi come ogni anno mi ricorda la sua speciale ricetta...spunta e lava gli zucchini, poi lessali bene, infine mettili in un canovaccio e strizzali forte, ma forte , apri il canovaccio e mangia  quello che è rimasto ben condito con olio ...la ricetta è chiara e chiaro soprattutto il messaggio.
Io non condivido la sua opinione in merito a tale ortaggio che invece è uno dei miei preferiti  per il suo sapore e anche per la sua grande versatilità in cucina, secondo me  è un grande ispiratore per piatti di ogni tipo.
Lui mi sta a sentire poi dice:
-Allora coglili tutti ma non mi invitare a pranzo.
-Guarda che oggi faccio la pizza.
-Con gli zucchini?
-Tranquillo...
-Allora vengo, ad una pizza vera non dico mai di no!



PASTICCIO DI ZUCCHINI

Ingredienti per 4 persone:
700g di zucchini, prezzemolo, 2 o 3 spicchi d’aglio, foglie di basilico, 1 ½ hg di prosciutto cotto circa, 250g di mozzarella circa, parmigiano grattato.
Per la besciamella:
3 cucchiai di farina, circa 5 dl di latte, 40g di burro, noce moscata, sale.
Per preparare la besciamella, fate fondere in una casseruola il burro, unire la farina e poco latte mescolando energicamente, sul fuoco, con una frusta, quando il composto si presenta liscio e denso unire poco per volta il resto del latte, non si formeranno più grumi e potrete portare la besciamella a cottura mescolando regolarmente, salare, far bollire, infine togliere dal fuoco e unire la noce moscata grattata.
La besciamella si può fare anche nel forno a microonde, far fondere il burro in una terrina, unire la farina e poco per volta il latte in modo che non si formino grumi, mettere nel microonde per 7 minuti, togliere e lavorare energicamente con la frusta, salare e mettere a cuocere ancora 7 minuti, controllare la densità e mescolare ancora con la frusta, se risulta troppo liquida continuare la cottura, se troppo densa aggiungere ancora poco latte mescolare e cuocere ancora per qualche minuto, infine aggiungere la noce moscata.

Tagliare per il lungo gli zucchini, in nastri di 3-4mm di spessore
Scottarli in acqua salata poche per volta e far asciugare su un canovaccio. Potete cuocerli anche nel forno a microonde o a vapore ma devono sempre risultare al dente.

Preparare una besciamella densa.
Tagliare il prosciutto cotto a pezzettini e tritare la mozzarella.
Fare un trito con il prezzemolo e l’aglio.
Ungere una teglia da forno con olio o burro, disporre uno strato di zucchini, salare, cospargere di prezzemolo e aglio tritati e di foglie di basilico.


Condire con la besciamella
Disporre il prosciutto cotto, la mozzarella e spolverizzare di parmigiano.
Ripetere gli strati infine terminare con besciamella e parmigiano 
Mettere in forno a gratinare per 20’.
Questo pasticcio si gusta meglio se tiepido. 

PASTA CON ZUCCHINI E SALMONE

Ingredienti per 4 persone: 4 zucchini di medie dimensioni, nepitella e basilico o altre erbe aromatiche gradite, 1 cucchiaio di succo di limone, sale, pepe bianco, olio extravergine, 200 g di salmone affumicato(si può utilizzare anche quello fresco che va tagliato a piccoli dadi ed aggiunto agli zucchini quasi a fine cottura).


Lavare  e spuntare gli zucchini, inciderli con un taglio a croce e affettarli sottilmente; metterli in padella con olio e pochissima acqua, salare e lasciar cuocere in modo che restino al dente, quasi a fine cottura aggiungere le erbe aromatiche, togliere dal fuoco. Tagliare il salmone affumicato a striscette, aggiungere agli zucchini, unire il succo di limone e mescolare.
Cuocere la pasta saltarla in padella con il condimento e servire.
E' buona calda ma anche fredda.

RISOTTO CON ZUCCHINI E FINFERLI

Ingredienti per 4 persone: 4 zucchine medie, 300g di finferli o altri funghi( si possono usare anche quelli coltivati), 1 cipolla,1 spicchio d'aglio, nepitella eprezzemolo, sale, pepe, olio extravergine, brodo vegetale q.b, (ved. ricetta su indice delle ricette alla sezione conserve-preparato per brodo vegetale), riso per risotti 350g circa.

Lavare  e spuntare gli zucchini, inciderli con un taglio a croce e affettarli. Pulire i funghi e tagliarli.
Affettare la cipolla e l'aglio, metterla in una casseruola con olio e pochissima acqua, lasciar cuocere in modo che appassisca. Unire zucchini e funghi, salare e pepare, unire prezzemolo e nepitella (mentuccia), far insaporire, poi aggiungere il riso mescolando per qualche minuto, unire il brodo vegetale ben caldo fino a coprirlo a filo, mescolare spesso e continuare ad aggiungere il brodo necessario per arrivare a cottura del riso che dovrà risultare all'onda.




 Spengere e mantecare con parmigiano grattato e una noce di burro.
Spolverizzare di parmigiano e servire.



martedì 15 luglio 2014

Riflessioni mattutine

Mi alzo con calma gustando questi giorni di ferie,  poi mi dico che siamo già a metà luglio e che il tempo  sembra correre su  mezzi supersonici,  infine rifletto che poco importa perché la mia vacanza quest'anno si protrarrà e ne potrò godere davvero anche  quando vedrò passare gli zaini in spalla.
Un caldo cappuccino mi fa prendere consapevolezza della mia pigrizia mattutina che assaporo senza fretta, facendola scivolare perfino nei miei pensieri e nonostante tutti cerchino di trovarmi una qualche occupazione,  io godo al pensiero del  dolce far niente, finalmente nullafacente!  Improvvisamente sento un buco allo stomaco e automaticamente mi chiedo se la depressione post- pensione possa cominciare con tale sintomo, poi realizzo che la causa sono solo le  ore del digiuno notturno e tale certezza mi distoglie da qualsiasi timore; sorrido... forse  mi sto suggestionando ...non fanno che ripetermi come farò senza la scuola che ho tanto amato e tanto mi ha impegnato e che temono per me un vuoto pericoloso... ma gli ignari non sanno quanto fosse il troppo pieno della mia vita; poi ci sono gli iettatori quelli che ti raccontano tutti i casi di morte e malattia di molti neo pensionati elencando nome, cognome e tragedie;  in quei momenti vorrei essere un uomo... solo per una tastatina...
Comunque,  pensieri a parte,  cerco di placare la fame,  apro un vasetto di confettura di albicocche fatta ieri,  profumatissima;  sono perfino  riuscita ad etichettare i vasetti che ammiro con soddisfazione.
Adesso la fetta biscottata fragrante è d'obbligo, quindi prendo il mio nuovo porta dolci dall'aspetto romantico e rendo corposa la mia colazione.

Sotto le fette biscottate intravedo le parole che da circa un mese mi trovo davanti al mattino e,  seppure le  pensi al momento sincere, mi chiedo se davvero i piccoli  giovani cuori riusciranno  a serbare il  ricordo di me. 

Io sicuramente posso leggere nei miei ricordi tanti e tanti altri nomi e so di avere davvero nel mio cuore da tempo e per sempre tanti e tanti piccoli volti.
FETTE BISCOTTATE ALL'ORZO

Ho provato questa nuova ricetta di fette biscottate, forse sono un po' più magre ma più laboriose rispetto all'altra che si trova nell'indice delle ricette Fette biscottate , ma se vi va di provarle...l'orzo, secondo me, ha solo funzione decorativa quindi potete fare solo l'impasto bianco.

Ingredienti: 470 g di farina 0 o 00, 115 g d'acqua, 115 g di latte,  150 g di pasta madre rinfrescata meglio se rinfrescata 2 volte (1° rinfresco:50 g di madre+15 g acqua+ 15 g farina-2°rinfresco: il 1° rinfresco +35 g acqua e+35 g farina)o 1/2 cubetto di lievito di birra, 100g di zucchero, 5 g di sale, 30 g di olio di riso o di strutto, 2 cucchiai rasi  di orzo solubile,1 cucchiaio di malto d'orzo, 1 cucchiaino raso di malto diastasico (facoltativo).

Mettere la pasta madre in una ciotola, aggiungere acqua e latte (tenerne da parte 2 cucchiai per emulsionare l'olio) a temperatura ambiente, mescolare finché il lievito sia sciolto.
Aggiungere farina e zucchero, lavorare a mano o nell'impastatrice, aggiungere il sale e l'olio emulsionato 
Lavorare ancora finché risulti liscio ed omogeneo.
Mettere l'impasto sul piano di lavoro, prenderne 1/3 a cui si aggiungerà l'orzo e lavorare a mano o nell'impastatrice.


Far lievitare per 3 ore, separatamente i due impasti coprendo i contenitori con la pellicola.


Dopo la lievitazione sgonfiare gli impasti in modo da ottenere due rettangoli ai quali faremo le pieghe di rinforzo cioè piegare uno sull'altro i due lati del rettangolo 




Girare di 90° e ripetere l'operazione di piegatura lasciar lievitare gli impasti un'ora nei loro contenitori sempre coperti con pellicola. 


Infine stendere l'impasto bianco in un rettangolo di circa 30x50 la pasta risulterà molto elastica e l'operazione si potrà fare facilmente con le mani.

Così pure per quello d'orzo che andrà sovrapposto a quello bianco.
Quindi arrotolare partendo dal lato più lungo.

Rullare con il palmo delle mani il rotolo ottenuto.
 Con un tarocco tagliare il rotolo a metà in lunghezza.
 Adagiare in due stampi da plumcake imburrati e infarinati;coprire con pellicola trasparente o con un canovaccio umido ancora meglio se l'impasto dovesse lievitare molto non si appiccicherà alla stoffa; lasciar  lievitare per circa 2 o 3 ore se si sarà usato il lievito di birra.
Naturalmente il tempo di lievitazione dipende dalla temperatura esterna se si usa lievito madre la lievitazione sarà molto più lenta, occorreranno circa 12 ore, comunque l'impasto deve arrivare a circa 3 cm dal bordo dello stampo (fig.3).
Cuocere a 180° per 25/30 minuti circa, se in cottura la pasta si colorisce troppo coprire con un foglio di carta di alluminio.




Cuocere in forno statico a 160° per 40/50 minuti. Far raffreddare i pani  su una griglia almeno 12 ore.

Affettarli  a fette di circa 1 centimetro. 


Adagiare le fette su carta da forno disposta su teglie e far tostare in forno ventilato a 140° finché non risulteranno croccanti e a 150° gli ultimi 5/10 minuti per la doratura. 

Sfornare e far raffreddare su una gratella.

 Ideali per la colazione o per uno spuntino le fette si conservano a lungo in sacchetti per biscotti o in contenitori di vetro o di latta.