lunedì 24 maggio 2010

INCONTRIAMOCI IN CUCINA

INSALATA DI COUS COUS CON INTINGOLO DI COZZE
Ingredienti per 4 persone:250g di couscous precotto,1 peperone giallo, 1 peperone rosso, 400g di pomodorini, 1 cipolla rossa di tropea, 2 cetrioli, 100 g di olive nere , 2 limoni, menta o altre erbe aromatiche gradite,1 ½ kg circa di cozze , 3 pomodori ben sodi, 2 spicchi d’aglio, un ciuffo di prezzemolo, un peperoncino, un pizzico di cumino in polvere, sale, olio.


Bollire 250g d’acqua leggermente salata con 3 cucchiai d’olio extravergine. Versare sopra il couscous e coprire. Quando il grano sarà ben gonfio sgranarlo con l’aiuto della forchetta o delle mani finché non sarà freddo.
Sbucciare i cetrioli e tagliarli a pezzettini. Affettare la cipolla.
Lavare, asciugare i pomodorini e tagliarli in 4 parti.
Lavare i peperoni e ridurli in piccoli pezzettini.
Man mano che le verdure sono pronte versatele sulla semola, unire le olive e bagnare con succo di limone e olio, profumare con la menta spezzettata, salare e mescolare gli ingredienti, lasciar riposare girando di tanto in tanto.

Spazzolare, lavare le cozze e farle aprire in una padella.
Tagliare i pomodori a pezzetti.
Far imbiondire in un tegame con 3 cucchiai d’olio l’aglio schiacciato e il peperoncino tritato, unire i pomodori facendoli insaporire, aggiungere prezzemolo tritato, cumino e sale. Aggiungere le cozze e cuocere a fuoco vivace per 3 minuti.
Servire l’insalata di couscous mescolata con l’intingolo di cozze e pomodoro.



ZUCCHINE RIPENE DI MAGRO
Ingredienti per 4 persone:
8/10 zucchine, 1 uovo, 1 cipolla piccola , qualche foglia di basilico, prezzemolo,1 spicchio d’aglio, 3 cucchiai di parmigiano grattato, poca mollica di pane, sale, pepe, olio, noce moscata.

Lavare le zucchine ,tagliarle a metà per il lungo e scavarle asportando la polpa che si utilizzerà per il ripieno.
Disporre le zucchine in una teglia da forno, salare poco e condirle con un filo d’olio.
Mettere nel robot la polpa delle zucchine, la cipolla, l’aglio, il basilico, il prezzemolo,la mollica di pane,l'uovo e tritare.
Condire il ripieno ottenuto con parmigiano, sale, pepe e se piace un pizzico di noce moscata.
Riempire le zucchine con il composto, irrorare con un filo d’olio.
Mettere nella teglia poca acqua per la cottura e far attenzione che le zucchine la ritirino in modo graduale fino ad esaurirla al termine della cottura.
Questo contorno semplice ma molto profumato è buono consumato tiepido o freddo.
Si accompagna con carne, pesce o formaggi ma sazia e appaga il gusto anche da solo.


ZUCCOTTO

Ingredienti per 6 persone:
1 piccolo pandispagna o dei savoiardi, caffè zuccherato q.b o liquore a piacere, ½ litro di panna fresca, 2 cucchiai di cacao, 3 cucchiai di zucchero a velo, 100g di noccioline americane, 30g di arancia candita, 50g di cioccolato fondente.

Sbucciare le noccioline e tritarle grossolanamente.Tagliare a fette il pandispagna e bagnarlo nel caffè zuccherato ( o nel liquore). Foderare con le fette uno stampo da zuccotto(va bene anche una ciotola tipo da insalata).Tagliare a dadini l’arancia candita e tritare con il coltello il cioccolato.Montare la panna, dolcificarla con lo zucchero a velo. Dividerla in due parti, di cui una più scarsa. Aggiungere alla parte più scarsa il cacao fatto scendere da un setaccino, amalgamare bene; alla restante aggiungere i canditi e il cioccolato e mescolare delicatamente.
Mettere nella ciotola i due composti a base di panna, prima quello bianco livellando bene, coprire con fette di pandispagna bagnate nel caffè, poi mettere quello al cacao. Chiudere lo zuccotto con fette di pandispagna bagnate nel caffè e coprire il fondo con le noccioline tritate, far aderire bene. Mettere nel freezer.
Questo dolce può essere conservato a lungo.Va capovolto sul piatto da portata quando è ancora congelato, per sformarlo meglio, si può usare un tovagliolo scaldato con l’acqua calda e appoggiato sul fondo dello stampo. Lo zuccotto va lasciato a temperatura ambiente prima di servirlo, in modo che non sia troppo ghiacciato.
PANDISPAGNAINGREDIENTI : 4 uova, 230 g di zucchero, 200 g di farina 00, 70 g fecola di patate
8 cucchiai d’acqua bollente, 1 presa di sale, 1 cucchiaino di lievito Bertolini(a piacere scorza di arancia o di limone grattata o succo).

Montare i tuorli con l’acqua bollente. Aggiungere 180 g di zucchero e montare benissimo, finchè il composto non risulta spumoso ( è indispensabile il frullino elettrico).
Mescolare le farine e il lievito nel setaccio.
Montare le chiare a neve densa con la presa di sale e il restante zucchero.
Passare le farine dal setaccio unendo delicatamente, poco per volta, alla spuma d’uovo con l’aiuto di una frusta, alternare con un po’ di chiare montate e finito di amalgamare la farina unire tutte le chiare montate facendo attenzione a non smontare il composto.
Imburrare e infarinare una teglia da forno. Versare l’impasto e cuocere in forno a 180° per 30- 35 minuti.
Sfornare, lasciare qualche minuto ancora nello stampo poi sformare su una gratella per far asciugare.
È meglio preparare il pandispagna in anticipo.
Una volta freddo si può congelare. Per utilizzarlo fare scongelare a temperatura ambiente per 20 minuti circa, il risultato è un pandispagna perfetto, come fresco.

lunedì 17 maggio 2010


INCONTRIAMOCI IN CUCINA

Tema: le fragole
Ho sperimentato tre ricette con questo frutto primaverile.
Cosa consiglio? Provatele subito prima che passi la loro stagione.
Tre piatti dal gusto insolito ma che vi assicuriamo piaceranno anche a chi usualmente ama, a tavola, sapori più tradizionali.

INVOLTINI DI LATTUGA ROMANA CON LE FRAGOLE

Ingredienti per 4 persone:1 cesto di lattuga romana, 200 g di fragole, 8 fette di prosciutto crudo o cotto, 200g di robiola o caprino, 1 aglio, olio extravergine,sale, pepe bianco, erbe aromatiche.

Lavare le fragole e far asciugare.
Lavare la lattuga, dividerla in foglie e scottarne leggermente 8 o 10 in acqua calda, poi passarle in acqua fredda per fissare il colore (oppure cuocerle a vapore o nel microonde), stendere su un canovaccio o su carta da cucina ad asciugare leggermente.
Spalmare leggermente con la robiola ogni foglia, adagiare una fetta di prosciutto.
Chiudere una fragola in un mucchietto di robiola, disporre sul prosciutto, piegare verso l'interno i bordi della foglia d'insalata e formare l’involtino.
Mettere in una padella l’olio e l’aglio intero con la buccia, unire le fragole salando leggermente, saltare poco poi frullare eliminando l’aglio, aggiustare di sale e di pepe.
Servire gli involtini con a fianco la salsa e irrorare con un filo d’olio aromatico.
Per aromatizzare l’olio metterlo in un vasetto di vetro, unire le erbe fresche(un rametto di maggiorana, uno di timo, qualche stelo di erba cipollina ).Chiudere con il tappo e mettere a bagnomaria in acqua calda per circa cinque minuti. Le erbe sprigioneranno il loro aroma mentre l’olio manterrà inalterato il suo sapore e le sue caratteristiche.





RISOTTO con vino rosso e FRAGOLE

Ingredienti (per 4 persone): riso carnaroli 350 g, una cipolla bianca, burro 50 g, brodo vegetale q.b.,un bicchiere di vino rosso vivace(barbera), 300 g di fragole, grana grattato q.b., olio extravergine.

Pulire e lavare le fragole, tagliarle a fettine o a pezzetti, lasciandone da parte alcune intere per la decorazione. Metterle a macerare nel vino per circa 30'.Sbucciare la cipolla e tritarla finemente. Farla stufare a fuoco basso con olio, aggiungendo poca acqua. Buttare il riso nel fondo di cipolla, farlo tostare mescolando alcuni minuti. Scolare le fragole e aggiungere il vino, farlo evaporare. Bagnare con il brodo, e far cuocere mescolando, aggiungendo il brodo caldo via via che il riso lo assorbe, aggiungere le fragole a circa ¾ della cottura, continuare a cuocere unendo ancora brodo se occorre.A cottura ultimata, fuori dal fuoco mantecare con il burro, spargere sopra il grana, mescolare ancora e lasciar riposare qualche minuto. Versare il risotto nei piatti e decorare con le fragole tenute da parte.



ZUCCOTTO CON LE FRAGOLE

Ingredienti per circa 300 g di savoiardi: 3 uova,130 g di zucchero, 3 cucchiai d’acqua bollente, 80 g di farina di grano duro, 40 g di fecola, un pizzico di sale, zucchero a velo.

Per la preparazione dei savoiardi è necessario uno sbattitore elettrico. Separare i tuorli dalle chiare. Montare le chiare a neve fermissima unendo un pizzico di sale e 30 g di zucchero.
 Montare i tuorli aggiungendo l’acqua bollente.
 Unire lo zucchero rimasto metà per volta. Lavorare a lungo per avere un composto omogeneo, soffice e cremoso.
 Setacciare la farina e la fecola, lasciarle cadere adagio sulle uova.
Amalgamare con una fusta delicatamente con un movimento dal basso verso l’alto  alternando con gli albumi montati.




Appena gli albumi saranno incorporati, versare l’impasto in una tasca da pasticcere con la bocchetta liscia e col foro un poco più grande di una matita. Mettere in una teglia la carta da forno leggermente imburrata e infarinata. Spremere la tasca e disporre l’impasto in tronchetti della lunghezza di 5 o 6 cm; allineare i tronchetti distanziandoli l’uno dall’altro di un paio di cm.
Spolverizzare i biscotti con lo zucchero a velo, messo nell’apposito spargi zucchero .
Lasciar riposare i biscotti per 5 minuti in modo che la pasta si assesti, quindi introdurli in forno già caldo a 160°. Levare la teglia dal forno quando i biscotti saranno divenuti friabili e di colore oro pallido. Staccarli subito con la lama sottile di un coltello. Quando i savoiardi si saranno raffreddati si conservano per lungo tempo in scatole di latta.













Ingredienti per lo zuccotto: 500 g di ricotta, 100 g circa di zucchero semolato, 350 g di fragole,1/2 limone, 80 g di cioccolato fondente a pezzetti o in gocce, 250 g di panna da montare, 100 g circa di zucchero a velo, savoiardi q.b.


Lavare e tagliare a pezzi le fragole(tenerne alcune intere per decorare), condire con lo zucchero semolato e il succo di mezzo limone, far riposare; quando si sarà formato lo sciroppo, mettere le fragole in un colino, raccogliendo il succo zuccherato in una ciotola.


Frullare la ricotta con metà zucchero a velo , montare la panna con l’altra metà di zucchero e amalgamare alla ricotta. Rivestire lo stampo con la pellicola, adagiare i savoiardi e bagnare con il succo sciropposo ottenuto dalle fragole.
Unire alla mousse di ricotta il cioccolato fondente. Versare sul fondo dello zuccotto metà composto di ricotta e metà fragole .
Fare uno strato di savoiardi, bagnare con lo sciroppo di fragole, versare la mousse di ricotta e le fragole rimaste, chiudere con savoiardi e bagnare con altro sciroppo. Coprire con pellicola e conservare in frigorifero un giorno.



Capovolgere lo stampo in un vassoio, togliere la pellicola e servire, si può decorare lo zuccotto con fragole, ciuffi di panna montata e (se avanzato) lo sciroppo delle fragole fatto addensare sul fuoco e poi raffreddato.

domenica 2 maggio 2010

La laurea

Francesca era stata calma tutta la settimana, in casa cercavano di nascondere la crescente agitazione per non contagiarla, ma con scarso successo.
Acquistare il vestito adatto, mettersi davanti allo specchio e cronometrare la sua relazione, cercava di tenersi impegnata in qualcosa per evitare di pensare.
I suoi genitori la osservavano pronti a sostenere qualsiasi suo cedimento, ma lei ragazza dai nervi saldi ed equilibrata, come il suo segno zodiacale le imponeva, fino al giorno prefissato era stata perfetta, ma quella mattina tutto era iniziato male…
Una notte agitata aveva lasciato due preoccupanti solchi sotto gli occhi che non si sarebbero dileguati con facilità, tuttavia confidava nel passare del tempo, la seduta dal parrucchiere era stata snervante, i suoi ricci ribelli non volevano distendersi sotto i colpi del phon, la prova dell’abito non l’aveva affatto rassicurata, le stava a pennello ma adesso le sembrava troppo aggressivo per l’occasione, temeva di sembrare una segretaria in cerca del primo impiego, il suo ragazzo l’aveva chiamata e le sue parole affettuose le erano state momentaneamente di conforto ma dopo il clic si era trovata di nuovo davanti allo specchio.
Non poteva farsi stressare da queste superficialità, doveva concentrarsi, trovare qualche motivo di orgoglio per sé stessa, aveva un’ottima media e il professore le aveva fatto più volte i complimenti per il buon lavoro della tesi.
Fra alti e bassi arrivò l’ora di pranzo, a tavola non riuscì a toccare cibo e gli sguardi di suo padre e di sua madre che si incrociavano attraversando il suo piatto pieno, non contribuivano a sciogliere quel nodo che improvvisamente si era impadronito del suo stomaco, in genere a tavola sempre ben disposto.
Si stese sul letto, cercò di pensare alla festa che avrebbe organizzato per gli amici nella casa al mare, si dedicò a scribacchiare il menù, crostini vari, lasagne, tortelli di patate e millefoglie, poi tutti in discoteca e il giorno dopo in spiaggia per il primo bagno della stagione….comunque restava solo qualche ora prima che ricevesse l’ambito titolo di studio, era tempo di prepararsi.
Dopo che sentì pronunciare il suo voto le sembrò che avessero girato un film senza di lei, tanto si era sentita, in quegli ultimi momenti, fuori dal suo corpo, concentrata solo sulle cose da dire , come sempre accade ai protagonisti di un evento, l’emozione produce una sorta di stordimento che offusca le sensazioni, mentre chi assiste senza un diretto coinvolgimento ne potrà conservare veramente un chiaro ricordo.

Sogni ed aspirazioni siano per te una fonte dalla quale tu non smetta mai di dissetarti.
Congratulazioni!


e tortelli di patate from Cucinare Storie



e tortelli di patate from Cucinare Storie
 Consigli e varianti
Schiacciare le patate calde con la buccia così si evita di ustionarsi le mani, la buccia resterà nel passa patate e  non avremo più gli incubi da patata bollente.
Si può evitare il ragù nel ripieno.
Si possono aggiungere erbette aromatiche o per un gusto più deciso aglio e prezzemolo leggermente scaldati in olio e poco brodo.

PASTORIZZAZIONE: è’ molto utile pastorizzare la pasta ripiena perché così può essere preparata con grande anticipo e una volta pastorizzata si conserva in frigorifero per vari giorni e si può congelare mettendola nei sacchetti senza temere che si attacchi o si rompa.Per pastorizzare mettere una pentola di acqua al fuoco, far raggiungere l’ebollizione,mettere nell’acqua un cucchiaio d’ olio di oliva e buttare poca per volta la pasta, girare con un mestolo di legno e appena la pasta affiora prenderla con un colino a maglie larghe, scolare bene, mettere su una tovaglia, procedere cuocendo tutta la pasta. Infine asciugare bene da tutti i lati con un ventilatore ad aria fredda va bene anche un phon per capelli occorrerà solo un po' più di tempo e pazienza .


Spolverizzare la pasta con farina di riso e mettere nei sacchetti per congelarla, altrimenti conservare in frigo fino alla cottura, non si appiccica, si mantiene perfetta come appena fatta.Procedere alla normale cottura in acqua salata come  pasta appena fatta.

INCONTRIAMOCI IN CUCINA



CONCHIGLIE AL PEPE BIANCO E NERO
Ingredienti per 4 persone:
400g di pasta tipo conchiglie, 2 o 3 cipolle bianche (secche o fresche), olio extravergine, brodo q.b., qualche cucchiaio di crema di latte, la mollica di 3 fette di pane raffermo, una grossa noce di burro chiarificato, pepe bianco e nero abbondante, 1 o 2 mazzetti di rucola.


Affettare finemente le cipolle e far stufare bene, in olio e brodo, finché risulteranno cremose, legare con la crema di latte.
Tagliare a dadini la mollica e passarla in una teglia con olio o burro chiarificato fino a renderla croccante.
Lessare le conchiglie al dente, scolare, saltare nella cipolla, unire il pane rosolato. Pepare abbondantemente con il bianco e il nero, unire la rucola tagliata a striscioline, scaldare appena la rucola e servire con parmigiano
grattato a parte.



ROTOLINI DI FRITTATA
Ingredienti per 4 persone:
8 uova, 4 o 5 cucchiai di latte, 2 cucchiai di parmigiano grattato, sale , pepe, 4 pomodori maturi o 1 confezione di ciliegini o passata di pomodoro, 1 spicchio d’aglio, 2 cucchiai di capperi, origano, 2 acciughe salate, 1 confezione di crema di formaggio, 1 cipollotto fresco, i confezione di salmone affumicato o marinato, pane da crostini q.b..

Sbattere le uova con il latte, il parmigiano, sale , pepe.
Mettere in una teglia antiaderente poco olio, far scaldare e cuocere il composto di uova ottenendo 2 frittate.
Cuocere in olio i pomodori maturi tagliati a dadini profumando con uno spicchio d’aglio intero, salare poco. Far restringere la salsa, poi eliminare l’aglio. Diliscare le acciughe. Tritare capperi e acciughe unire alla salsa di pomodoro, insaporire con origano, mescolare e togliere dal fuoco.
Spalmare una frittata con la salsa, arrotolare.
Mescolare la crema di formaggio al cipollotto fresco tritato, unire il salmone tagliato a striscioline, pepare aggiustare di sale spalmare sull’altra frittata e arrotolare.
Tagliare il pane a fettine, arrostire.
Tagliare le frittate a rotelle e disporre sui crostini di pane.
Queste rotelle di frittata farcita si possono servire come antipasto ma anche come secondo appetitoso accompagnate da un contorno di verdure di stagione.







TIRAMISU’

PER IL PANDISPAGNA :3 uova, 170 g di zucchero, 150 g di farina 00, 50 g fecola di patate, 6 cucchiai d’acqua bollente, 1 presa di sale, 1 cucchiaino raso di lievito per dolci.
Montare i tuorli con l’acqua bollente. Aggiungere 120 g di zucchero e montare benissimo(15’/20’), finché il composto non risulta spumoso (è indispensabile il frullino elettrico). Mescolare le farine e il lievito nel setaccio.
Montare le chiare a neve densa con la presa di sale e il restante zucchero.
Passare le farine dal setaccio unendo delicatamente, poco per volta, alla spuma d’uovo con l’aiuto di una frusta, alternare con un po’ di chiare montate e finito di amalgamare la farina unire tutte le chiare montate facendo attenzione a non smontare il composto.
Imburrare e infarinare uno stampo da forno. Versare l’impasto e cuocere in forno a 180° per 30- 35 minuti.
Sfornare, lasciare qualche minuto ancora nello stampo poi sformare su una gratella per far asciugare.
È meglio preparare il pandispagna in anticipo anche di 2 giorni.
Una volta freddo si può congelare. Per utilizzarlo fare scongelare a temperatura ambiente per 20 minuti circa, il risultato è un pandispagna perfetto, come fresco.
Per fare il tiramisù tagliare il pandispagna a fette spesse un centimetro.
Nel caso non si voglia preparare il pandispagna si possono utilizzare dei savoiardi, meglio se fatti in casa.

PER LA CREMA DI MASCARPONE: 500g di mascarpone,4 uova, 8 cucchiai colmi di zucchero semolato.
Separare i tuorli delle uova dai chiari.
Montare  a bagnomaria gli albumi con il frullino elettrico con l’aggiunta di un pizzico di sale e lo zucchero semolato finché si ottiene un composto denso, sodo e lucido(meringa all’italiana).
Togliere 2/3 dell'albume montato mettendolo in una ciotola.
Unire  i rossi nella ciotola a bagnomaria unendoli alla meringa rimasta(1/3)montare benissimo con il frullino elettrico finché non si otterrà un composto gonfio  ben montato(questa operazione toglie alla crema quel fastidioso gusto di uovo crudo e ci mette al sicuro pastorizzando le uova se non sono proprio freschissime).
Mettere il mascarpone in una capiente ciotola e mescolare con una frusta o con una marisa (non usare né frullino elettrico né robot che renderebbero troppo fluido il mascarpone), unire a poco a poco la crema di tuorli d’uovo montati, mescolando delicatamente amalgamando bene. Unire qualche cucchiaiata di crema nella meringa  tenuta da parte (2/3)mescolando finché si otterrà un composto liscio e spumoso che si unirà a cucchiaiate al mascarpone e uovo. La crema di mascarpone è pronta. Mettere in frigo mentre si prepara  il caffé per bagnare il dolce.

BAGNA DI CAFFÈ:Preparare il caffé con acqua calda e caffé solubile o  con la caffettiera in modo da averne due bicchieri circa, zuccherarlo a piacere.
Variante per la bagna:340g di zucchero,250g d’acqua, 1 bicchiere di caffé.
Bollire acqua e zucchero ottenendo uno sciroppo vischioso, aggiungere il caffé.

PREPARAZIONE DEL TIRAMISÙ:Disporre le fette di pandispagna sul fondo di un contenitore, bagnare con il caffé tiepido, cospargere con la crema di mascarpone e fare ancora uno strato di pandispagna bagnato con il caffé, spalmare di nuovo con la crema di mascarpone, se si desidera si può fare fare un altro strato ma due possono bastare. Spolverizzare la superficie con il cacao fatto cadere da un setaccio o con il cioccolato grattato(ogni strato può essere spolverizzato di cacao per chi desidera dare un tono amarotico)si può decorare grattugiando sopra al cacao del cioccolato fondente, coprire e mettere in frigo.
Il tiramisù va preparato con almeno 3 o 4 ore di anticipo, ma meglio un giorno prima conservandolo in frigorifero. E’ preferibile tenerlo a temperatura ambiente per 20 minuti prima di servirlo.
Può essere conservato anche in freezer dove si mantiene perfettamente per 3 o 4 mesi, basterà passarlo in frigorifero la sera prima di servirlo.


 NOVITÀ  Crema di mascarpone 
CON UOVO COTTO

Ho provato a fare la crema al mascarpone con questo sistema che ho pensato e devo dire che sono rimasta soddisfatta e pure soddisfatti sono stati tutti coloro che l'hanno gustata. Provatela!!!
Ingredienti: 500g DI MASCARPONE, 2 UOVA ,8 CUCCHIAI DI ZUCCHERO A VELO.
Mettere una piccola casseruola d'acqua al fuoco. Quando bolle calare le uova facendo attenzione a non romperle. Cuocere per 4 minuti e 1/2.

  Sbucciarle con cautela e frullarle con il mixer 
e 8 cucchiai di zucchero a velo.
  Montare bene aiutandosi se occorre con la frusta elettrica. 
 Aggiungere al mascarpone le uova montate poco per volta.


Oltre al tiramisù potete farcire torte

o piccola pasticceria