martedì 21 febbraio 2017

Straniero a colazione

Apprezzava la sua nuova colazione. I soffici scones appena sfornati si scioglievano gradevolmente in bocca. Il boccone amaro era un altro.
Laurea a pieni voti.
Dottorato brillantemente  concluso.
Eppure si era trovato ad espatriare come molti altri in cerca del proprio futuro. Si chiedeva perché fosse tanto difficile realizzare sogni e aspirazioni nel suo paese.
Condivideva l'appartamento con altri tre italiani laureati, come lui desiderosi di poter dimostrare  e convogliare nel mondo del lavoro tutte le capacità intellettuali e cognitive acquisite nello studio.
Addentava un altro scone  mentre guardava il cielo grigio e piovigginoso pensando con nostalgia alla sua città sul mare e  al sole lì mai flebile neppure in inverno. Figlio di ristoratori si metteva volentieri ai fornelli, così aveva imparato a fare quel facile impasto per iniziare bene la giornata;  per rievocare la sua terra infornò gli ultimi scones  con pomodoro , origano e mozzarella, i sapori inconfondibili della sua patria. I  coinquilini al familiare odore di pizza comparvero in cucina insonnoliti e stupiti, per un attimo nel confuso risveglio avevano pensato di essere a casa. L'amico sfornava strane pizzette ma il profumo invitante fece cadere ogni reticenza. Mordevano quel sapore  noto con gli occhi incollati sul grigio della finestra ma con lo sguardo fiero rivolto al futuro.

SCONES

Ingredienti per 16/17 scones: 260 g di farina 00, 2 bustine di lievito per dolci, 30 g di burro,  circa 100/120 ml di latte, circa 70/80 ml d'acqua.

In una terrina setacciare la farina e il lievito.
  Incorporare delicatamente il burro a pezzetti con la punta delle dita per pochi secondi. 
                                         

 Disporre la farina a fontana e versare gli ingredienti umidi, l'uovo sbattuto, il latte poi l'acqua poca per volta.

 Mescolare con un tarocco muovendolo velocemente come per tagliare l'impasto, ruotando la terrina.Il segreto degli scones sta in un impasto delicato e veloce. 
Compattare l'impasto e trasferirlo su un piano spolverizzato di farina.Lavorarlo delicatamente ripiegandolo su sé stesso, schiacciandolo leggermente, ruotarlo di 45° e ripetere il procedimento diverse volte per 30/40 secondi fino ad ottenere un impasto soffice. Stendere con le mani  una sfoglia alta circa 2/3 cm e con uno stampino di 4/ 5 cm di diametro infarinato bene ritagliare gli scones.
 Unire i ritagli di pasta avanzata e spianare l'impasto ottenuto senza lavorarlo di nuovo.

Ricavare tutti gli scones e disporli su carta forno nella teglia distanti 2 cm gli uni dagli altri o nello stampo con le cavità .



 Spennellare con il latte, si possono spolverizzare con zucchero anche di canna, semi, spezie, erbe aromatiche o formaggio. Si può aggiungere all'impasto frutta secca assortita a pezzetti o macinata. 

  Infornare a 200° per 10/15 minuti. Dovranno risultare ben lievitati e dorati. Per accertarsi che siano pronti aprirne uno e se il centro è ancora molle infornare per altri 5 minuti. Gli scones si possono consumare tiepidi o freddi. 

 Farli raffreddare su una griglia. Il giorno successivo si possono scaldare 10 secondi al microonde. In un sacchetto in freezer si conservano circa   3 mesi.
 Si gustano accompagnati da marmellata e panna montata ma sono ideali anche per uno spuntino salato con formaggi, salumi e  burro aromatizzato.

Ideali per la colazione, la merenda ma anche per il buffet e come antipasto farciti in vari modi.
Crema alle albicocche per farcire:montare 1/4  di litro di panna con poco mascarpone, aggiungere 1 o 2 cucchiai di  zucchero a velo vanigliato. 

Tritare  10 albicocche secche e mescolare con 4 o 5 cucchiai di marmellata di albicocche.
 Incorporare alla panna montata la purea di albicocche.





SCONES CON MIRTILLI ROSSI E GOCCE DI CIOCCOLATO

Ingredienti:200 g di farina 00, 1 bustina di lievito per dolci, un piccolissimo pizzico di sale, 30 g di burro, circa 80 ml di latte o 100 g di panna acida o di latticello(si ottiene con 50% di latte intero e 50% di yogurt bianco intero, il leggero contenuto di acidità del latticello aiuta l'impasto a lievitare), 1 uovo, 60 g di zucchero, 60 g di gocce di cioccolato 30/40 g di mirtilli rossi.


In una terrina setacciare la farina, il sale e il lievito, aggiungere i pezzetti di burro.
 Incorporare delicatamente il burro con la punta delle dita per pochi secondi 
 Mescolando con un cucchiaio di legno aggiungere lo zucchero, i mirtilli rossi e le gocce di cioccolato.

 Disporre la farina a fontana e versare all'interno l'uovo sbattuto ed il latte poco per volta, ne avanzerà un po' per spennellare gli scones prima di infornarli.

 Mescolare con un tarocco muovendolo velocemente come per tagliare l'impasto, ruotando la terrina.

 Compattare l'impasto e trasferirlo su un piano spolverizzato di farina.
  Lavorarlo delicatamente per 30/40 secondi, ripiegandolo su sé stesso, aggiungendo poca farina sul piano, se occorre, fino ad ottenere un impasto soffice.

Stendere una sfoglia alta circa 2/3 cm e con uno stampo di 4/ 5 cm di diametro, infarinato, ritagliare gli scones. Unire i ritagli di pasta avanzata e riunire l'impasto ottenuto senza lavorarlo di nuovo.


Ricavare tutti gli scones e disporli su carta forno nella teglia o nello stampo con le cavità. 


 Spennellare con il latte.

Infornare a 200° per 12/15 minuti. Far raffreddare gli scones una griglia.


Si mantengono per vari giorni. Ideali per la colazione e la merenda.
Si possono realizzare con qualsiasi altra frutta secca, anche con prugne e datteri snocciolati e tagliati a pezzetti.

PIZZETTE DI SCONES

Con l'impasto semplice o quello integrale si possono realizzare delle pizzette. Infarinare il piano  e stendere l'impasto a circa 1/2cm di spessore.Ricavare con uno stampo rotondo dei dischi.
Disporli su carta forno e condire con poca salsa di pomodoro condita con olio e pochissimo sale. Infornare per 12/15 minuti a 200°. Togliere dal forno mettere su ogni pizzetta poca mozzarella tritata. Infornare nuovamente per far sciogliere la mozzarella. Sfornare e spolverizzare di origano.


 SCONES INTEGRALI CON CREMA AL FORMAGGIO

Ingredienti per 16/17: 80 g di farina 00, 180 g di farina integrale,2 bustine di lievito per dolci, un piccolissimo pizzico di sale a scelta, 30 g di burro, 130ml di latticello(si ottiene con 50% di latte intero e 50% di yogurt bianco intero)50 g d'acqua, erbe aromatiche a piacere anche miste tritate finemente prezzemolo, erba cipollina, timo, maggiorana, rosmarino, salvia , origano, cipolla , formaggi grattati come parmigiano, groviera.

 In una terrina setacciare le farine e il lievito, aggiungere anche la crusca rimasta nel setaccio ed il sale.

 Incorporare delicatamente il burro con la punta delle dita per pochi secondi.
 Aggiungere gli aromi scelti, i formaggi se previsti. 
 Disporre la farina a fontana e versare all'interno il latticello e quasi tutta l'acqua in più riprese.

 Mescolare con un tarocco muovendolo velocemente come per tagliare l'impasto, ruotando la terrina. 
L'impasto non deve essere appiccicoso ma nemmeno troppo secco, quindi aggiungere acqua se occorre. Compattare l'impasto e trasferirlo su un piano spolverizzato di farina. Lavorarlo delicatamente ripiegandolo su sé stesso schiacciandolo, ruotarlo di 45° e ripetere il procedimento diverse volte per 30/40 secondi fino ad ottenere un impasto soffice. Stendere una sfoglia alta circa 2/3 e con uno stampino di 4/ 5 cm di diametro infarinato ritagliare gli scones. Unire i ritagli di pasta avanzata e riunire l'impasto senza lavorarlo di nuovo. Si può stendere l'impasto dandogli una forma quadrata dalla quale si potranno ottenere quadrati più piccoli.  Ricavare tutti gli scones e disporli su carta forno nella teglia o nello stampo con le cavità.Spalmare un cucchiaino di crema di formaggio su ogni scones prima di infornare. 
Per la crema di formaggio: 20 g di yogurt o latte, 30 g di groviera grattugiato, 30 g di parmigiano grattugiato, 2 cucchiaini di senape, pepe nero q. b

Amalgamare gli ingredienti. Spalmare un cucchiaino di crema su ogni scones prima di infornare.

 Infornare a 200° per 10/15 minuti. Gli scones integrali avranno una consistenza più corposa per via della crusca.